MAP

Turismo accessibile, il primo libro bianco italiano

Non è una novità perché risale al 2013 il primo libro bianco italiano per la diffusione del concetto di turismo per tutti, inclusi i disabili motori, pubblicato dal Comitato per lo Sviluppo del Turismo accessibile in Italia. In un’era dove le notizie corrono alla velocità della luce, non è solo importante esistere ma, per le strutture ricettive, anche l’accoglienza di qualità certificata è requisito indispensabile per assicurare la loro sopravvivenza. In questo contesto la nostra associazione MAP (Mobility Access Pass) si sta impegnando per dare supporto ai vari portatori d’interesse, in primis ai propri associati, nelle loro scelte quotidiane, vuoi professionali o vuoi ludiche.

L’importanza del turismo accessibile

Discutere di turismo accessibile, per tutti, dovrebbe essere superfluo date le numerose leggi e tecnologie messe a disposizione dei progettisti e veicolate attraverso i vari portatori d’interesse, vuoi turisti e vuoi gestori di strutture ricettive.
Tuttavia, da una nostra indagine, molte strutture aperte al pubblico risultano carenti di standard di accessibilità, secondo i criteri dell’Universal Design o Design for all. Ad esempio in un locale adibito alla ristorazione è comune trovare un bagno per disabili motori, sufficientemente ampio ed accessoriato, ma inutilizzabile poiché irraggiungibile agilmente dal disabile, anche se aiutato da una persona forzuta. Spesso questi costosi bagni si trovano ad un livello diverso da quello del piano d’ingresso per cui anche solo un gradino, di circa 2,5 cm (come previsto dalla norma in vigore sull’accessibilità) ne impedisce l’accesso fluido in piena autonomia.
La legge e le normative tecniche per il superamento delle barriere architettoniche, infatti, presentano un’inaccettabile lacuna in questo aspetto progettuale. In questi casi, ovviamente l’ascensore non si giustificherebbe e una rampa dovrebbe essere ben studiata. Evidentemente, si tratta di un paradosso progettuale che scappa alle logiche di controllo e di autorizzazione delle licenze per l’esercizio dell’attività pubblica. La nostra associazione MAP è nata con il principale scopo di combattere queste lacune e di sensibilizzare l’opinione pubblica affinché vengano trovate delle soluzioni convenienti per tutti, sia per i disabili e sia per coloro che investono nelle loro strutture aperte al pubblico (gestori di bar, ristoranti, hotel, uffici, ecc.).

Il libro bianco sulla disabilità

Tale premessa è fondamentale per introdurre l’importanza di un libro bianco per sensibilizzare l’opinione pubblica e non solo gli addetti ai lavori, sul tema dell’accessibilità. Il comitato promotore del libro bianco è nato proprio con l’encomiabile proposito di rendere l’offerta turistica italiana priva di barriere architettoniche.




Concordiamo con il menzionato Comitato quando afferma: «l’Italia tu­ristica ha negli ultimi venti anni raggiunto una fase in cui non si può certo più considerarla una destinazione arrembante a cui si perdonano i difetti in nome delle tante qualità naturali o dei tanti patrimoni ereditati.»

Con il presente articolo vorremmo che le tendenze valoriali diventassero delle regole di mercato, specie quando le fasce più deboli fanno difficoltà ad auto rappresentarsi per diversi motivi: in primis di salute e in secondo luogo di risorse (economiche e di tempo). Potremmo paragonare le esigenze dei disabili a quelle delle donne in maternità, in questo caso vennero introdotte le quote rosa per consentire pari opportunità nella legislazione e nella progettazione di programmi e strutture nei luoghi di lavoro e per la vita sociale. Purtroppo, in entrambi i casi, riscontriamo che siamo molto lontani da uno standard di qualità accettabile ed omogeneamente diffuso in tutto il bel Paese.
La classe dominante -per intenderci quella che siede nelle stanze dei bottoni- evidentemente è culturalmente impreparata nonché insufficientemente empatica per svolgere un ruolo di tale responsabilità.

Scarica qui il libro bianco “Accessibile è meglio” compilando il seguente formulario.
N.B.: L’invio del presente formulario equivale all’autorizzazione del trattamento dei dati ai sensi della legge della privacy in vigore.

I commenti e le domande sono bene accetti.

* indicates required field

Giovanna Barbaro
05/08/217

Condividi!

Lascia una recensione

avatar

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Subscribe  
Notificami
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE