MAP

La Carta dei diritti del turista

Su espressa richiesta dei propri aderenti, attraverso un sondaggio lanciato la prima settimana di gennaio nella propria pagina in Face Book, la nostra associazione MAP ritorna sull’argomento: ” Come fare valere i diritti del turista”.

La nostra associazione è molto attenta soprattutto alle esigenze particolari dei suoi aderenti portatori di disabilità, specialmente quelle motorie, poiché sono le più diffuse e determinano delle inaccettabili forme di discriminazione sociale, oggi sempre meno giustificabili e sopportabili passivamente.

Il principio generale che la nostra associazione vorrebbe veicolare è fondamentalmente quello di consapevolizzare maggiormente le persone riguardo ai loro diritti e quindi di invitarle a non rinunciare, in alcun modo e per nessuna ragione, di farli applicare. Solo così potremo innescare un sistema virtuoso, l'”effetto domino”, capace di aumentare la qualità dell’offerta nel settore turistico e non solo.

La Carta dei diritti del turista -pubblicata nel 2011 dal Ministero del Turismo- è nata con il precipuo intento di fungere da guida  su come ci si debba comportare in caso di disagi dovuti a terzi, durante il proprio viaggio a scopi turistici, e a chi ci si debba rivolgere, in caso di inadempienza degli accordi sottoscritti e pagati. Vista la vastità e complessità degli argomenti pubblicati e dunque per ovvie ragioni di spazio, in questa sede, ci limiteremo solamente ad elencarli e ad evidenziare gli aspetti salienti.

La guida enuncia le disposizioni di legge che, nel nostro Paese come in gran parte dell’Unione Europea, sono in vigore come ad esempio sul possesso dei documenti necessari per i viaggi, il passaggio delle frontiere, le visite ai musei, le garanzie di efficienza e di congruità dei mezzi di trasporto di cui il turista intende usufruire e i supporti che le pubbliche Istituzioni sono tenute a fornirgli in materia di sicurezza, eventuali infortuni e assistenza sanitaria. Inoltre, illustra nel dettaglio, tutte le norme che disciplinano il rapporto fra turista, agenzie di viaggio e strutture ricettive, il quale deve essere gestito con la massima trasparenza. L’intero documento è scaricabile, gratuitamente in formato pdf, sia dal sito dell’editore e sia dal nostro sito web .Nell’indice troviamo i seguenti argomenti oggetto dei principali disagi nei viaggiatori:



Per concludere, prima di intraprendere ogni viaggio e onde evitare al minimo possibili disagi, MAP consiglia vivamente di documentarsi sui diritti del turista.

Fonte: www.governo.it

Giovanna Barbaro,
Tesoriera e Dir. CTS Protocollo MAP
23/01/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi!

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
  Subscribe  
Notificami
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE