MAP

A che cosa serve fare il proprio enneagramma?


L’enneagramma è un sistema di studio della personalità umana e serve per lo sviluppo di sè. Si tratta di un modello evolutivo e serve per migliorare noi stessi e il modo con cui affrontiamo la vita. In seconda battuta, ci permette di conoscere meglio gli altri e di conseguenza relazionarci e comunicare meglio.

Origini dell’enneagramma

Dal greco “ennea” = nove e “Gramma” = modello, punti, ciò che disegnato o scritto. Le radici dell’enneagramma sono controverse e poco chiare, ma sembrano legate a tradizioni spirituali e orali diverse e a tradizioni matematiche e filosofiche specifiche.
Alcuni autori sostengono forti radici sufi, mentre altri indicano connessioni con il cristianesimo esoterico primitivo. Va notato, tuttavia, che non è sicuramente comune a tutte le tradizioni dei sufi. Quest’ultimi sono una setta mistica musulmana. Alcuni autori ritengono che le variazioni del simbolo dell’enneagramma possano essere ricondotte alla geometria sacra dei matematici pitagorici e della matematica mistica. Plotino, nelle Enneade, parla di nove qualità divine che si manifestano nella natura umana.
Variazioni del simbolo dell’enneagramma appaiono nella tradizione dei sufi, con specifico riferimento all’Ordine Naqshbandi (“Fratellanza delle api”).
Si ritiene possibile poi la relazione con il cristianesimo attraverso riferimenti medievali al catalogo di Evagrio rispetto alle varie forme di tentazione (Logismoi) che molto più tardi, in epoca medievale, fu tradotto nei sette peccati capitali.
Il mistico francescano Raimondo Lullo ha insegnato una filosofia e una teologia di nove principi nel tentativo di integrare diverse tradizioni di fede. Il matematico gesuita Athanasius Kircher ci mostra un disegno simile ad un enneagramma che fa parte di un testo del XVII secolo. (Adattato da Wagner, 2010)

L’Enneagramma nel 21 °secolo

L’evoluzione più recente dell’enneagramma è molto più chiara nella forma che è conosciuta nel 21 ° secolo. Gurdjieff, un mistico e insegnante russo, ha usato l’Enneagramma per spiegare lo sviluppo della creazione, definendolo un simbolo del moto perpetuo. Gurdjieff a volte si riferiva a se stesso come a un “insegnante di danza”. Egli allude al fatto che gli è stato presentato l’enneagramma negli anni ’20 durante una visita ad un monastero in Afghanistan, ma non spiega e non approfondisce in modo definitivo l’origine del simbolo.
In Sud America, Oscar Ichazo, fu insegnante dell’enneagramma e fu il fondatore della scuola di Arica fondata nel 1968. Durante gli anni ’60, l’enneagramma per lo studio della personalità di Ichazo e le teorie correlate formavano parte di un più ampio corpo di insegnamenti spirituali.
Claudio Naranjo, uno psichiatra cileno, conobbe l’enneagramma attraverso Ichazo e lo introdusse nella tradizione psicologica moderna.
Personaggi come Ochs, Almaas e Maitri hanno studiato con Naranjo, il quale tuttora insegna l’enneagramma. Attraverso Ochs, l’enneagramma fu introdotto in numerose comunità cristiane negli Stati Uniti, dove autori come Wagner, Riso e Hudson ne conobbero i fondamenti.
Fin dalla sua introduzione nel mondo della psicologia, l’enneagramma è stato parzialmente validato attraverso studi empirici ed empirici (per una sintesi vedi Sutton (2012) e riferimenti incrociati con altri costrutti della psicologia come l’MBTI). Gli insegnanti di enneagramma hanno anche attinto al lavoro degli psicologi al di fuori della comunità di studio dell’ Enneagramma per migliorare la nostra comprensione e applicazione dello stesso.
Un esempio è il lavoro di Karen Horney sulle forme di difesa psicologica che ha portato a Riso e Hudson a sviluppare il modello frattale degli Horneviani o degli stili sociali.




In conclusione, consiglio di studiare l’enneagramma perché è una buona base di partenza per conoscere sé stessi. E da li migliorarsi per migliorare la propria vita. Nei prossimi post andremo ad affrontare uno ad uno i 9 caratteri e le loro peculiarità. Chi volesse farsi fare il proprio enneagramma mi contatti compilando l’apposito formulario dalla sezione “Contatti”.

Fabio Piccinin,
Vicepresidente MAP,
30/06/2018

Condividi!

Lascia una recensione

avatar

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami
How to whitelist website on AdBlocker?

How to whitelist website on AdBlocker?

  1. Click on the AdBlock Plus icon on the top right corner of your browser
  2. Click on "Enabled on this site" from the AdBlock Plus option
  3. Refresh the page and start browsing the site

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi