MAP

1° “Aperitivo inclusivo” con MAP dopo le ferie estive a Passons di Udine

Lo scorso sabato mattina 8 settembre, dopo la pausa estiva ad agosto, la nostra associazione MAP ha ripreso la serie di incontri a cadenza mensile: “Aperitivo inclusivo con MAP“, questa volta il nono evento si è celebrato in una saletta riservata nel locale Semplicemente diVino a Passons di Pasian di Prato a pochi minuti da Udine.

La partecipazione è stata superiore alle aspettative: 16 persone di cui 11 associati. L’occasione è stata colta da tre associati per rinnovare le proprie tessere e lasciare anche una donazione, incoraggiandoci così a continuare a lavorare sulle attività presentate.

Tra i presenti abbiamo avuto l’onore di avere Mariangela Secco, consigliera in carica dell’ANMIC, persona sempre disponibile nonostante le difficoltà fisiche che allungano i suoi tempi per spostarsi a piedi. Motivo per cui MAP sceglie locali il più possibile accessibili e dotati di parcheggi limitrofi per facilitare l’arrivo anche degli associati disabili. Il locale ospitante ha contribuito a sostenere la spesa di MAP per l’aperitivo e gli stuzzichini offerti per brindare alle novità presentate da MAP. Il locale ospitante ha contribuito a sostenere la spesa di MAP per l’aperitivo e gli stuzzichini offerti per brindare alle novità presentate da MAP. Altro ospite femminile, onoratoci della sua presenza, è stata la signora Valentina Turcutto, attualmente membro della Commissione per le pari opportunità del Comune di Udine. Interessante la sua visione delle politiche per le pari opportunità: non solo tutelare le donne o la libertà degli orientamenti sessuali ma anche chi si trova a fronteggiare la disabilità.

La prima fra tutte è l’accettazione della domanda di registrazione al MISE del logo MAP che verrà usato per indicare i luoghi certificati come accessibili-fruibili-inclusivi secondo il protocollo MAP.
All’ordine del giorno la proposta di creare un GAS (Gruppo di Acquisto Solidale) per consentire a tutti gli associati MAP di poter scegliere prodotti di qualità e a prezzi accessibili. A grandi linee, la sottoscritta ha introdotto il concetto di GAS e le motivazioni etiche ed economiche alla base della proposta. La nostra associazione sta valutando una lista di fornitori di prodotti alimentari e la possibilità di organizzare dei punti di raccolta o distribuzione a domicilio per i più impossibilitati a muoversi in modo autonomo. Tutti gli interessati sono stati invitati a richiedere approfondite informazioni o proposte compilando il modulo nella sezione Contatti e specificando l’oggetto della richiesta scegliendolo dal menù a tendina.
Un secondo argomento trattato è stata la partecipazione ai bandi per il finanziamento pubblico: Progetto internazionale aprile 2017 (Interreg Italia-Croazia: 37.000€, approvati, in attesa del primo kick off meeting), Progetto di formazione indirizzato ai propri associati (Bando regione Friuli V.G:11.000€, non concessi) e Progetto di formazione per mappatura luoghi accessibili (Bando regione Friuli VG in cordata con la Consulta dei disabili di Pordenone: 2.400€, in attesa di risposta).
L’ultimo tema, ma non per questo marginale, anzi molto sentito e dibattuto da tutti i presenti ha riguardato l’oggetto del prossimo tavolo di lavoro: “Trasporti pubblici e privati accessibili in Friuli V.G.”. Si è discusso dell’impatto del servizio andato in onda su Striscia la Notizia e della possibilità di partecipare al prossimo servizio per la consegna dell’eventuale tapiro agli intervistati.
In questa occasione, la nostra associazione ha fatto sapere che il prossimo martedì 18 c.m. parteciperà al primo tavolo di lavoro in collaborazione con altre importanti associazioni locali impegnate da lustri nel sociale e per i diritti delle fasce più disagiate: ANMIC di Udine, FISH regione Friuli V.G., Ass. Tutela dei diritti del malato. L’occasione è propizia per evidenziare che la nostra associazione ha invitato pubblicamente anche l’associazione Io-ci-vado e che ha fatto sapere di non essere interessata al tema “PEBA”, funzionale alla mappatura per evidenziare all’Amministrazione Pubblica i luoghi, a destinazione pubblica, potenzialmente accessibili e le stime di costi e tempi delle relative opere per l’abbattimento o superamento delle barriere architettoniche.
Il tavolo di lavoro si terrà a Udine, salvo contrordini, nella sede dell’ANMIC e avrà lo scopo di fare il punto della situazione sul grado di accessibilità dei trasporti locali nonché di prospettare possibili miglioramenti in base alle reali esigenze raccolte dagli utenti, nostri associati, con problematiche speciali (motorie e visive) e dunque non dei limiti tecnici o burocratici (ribadiamo: le barriere più resistenti di quelle architettoniche). I presenti hanno ammesso che la situazione della stazione ferroviaria è deplorevole e discriminatoria, nonostante le svariate richieste avanzate in regione da diverse associazioni, di renderla accessibile ai disabili che vogliano muoversi in modo incondizionato. Il protocollo di trasporto dei disabili è sulla barella attraversando i binari, azione che comporta il blocco temporaneo e totale della circolazione attraversata.
Dal dibattito tra i partecipanti sono emersi due importanti sviluppi: il primo riguarda il piano dei trasporti a livello regionale che a seguito della fusione delle aziende porterà a dei cambiamenti nella gestione generale del servizio pubblico e il secondo riguarda il risultato emerso dal confronto del recepimento della stessa legge regionale tra le aziende di trasporti pubblici: la diversa applicazione della legge regionale sull’accessibilità dei trasporti nella provincia di Udine e di Pordenone. Gli autisti delle linee di Pordenone hanno ricevuto direttive che consentono loro di di facilitare la fruizione dei mezzi da parte dei disabili, mentre a Udine ciò non avviene per questioni sindacali, a quanto dichiarato dagli stessi autisti.
In questo contesto confuso, MAP ha dichiarato d’impegnarsi a collaborare con le altre associazioni locali a far luce sulla questione e di conseguire delle soluzioni utili in tempi brevi. Tutti coloro i quali vorranno contribuire in alcuna forma al conseguimento di concreti risultati al menzionato tavolo di lavoro potranno farne richiesta compilando il modulo dalla sezione contatti e spiegando i motivi della richiesta di ammissione al gruppo.

Giovanna Barbaro,
Tesoriere e dir. del CTS Protocollo MAP,
13/09/2018

 

Condividi!

Lascia una recensione

avatar

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami
How to whitelist website on AdBlocker?

How to whitelist website on AdBlocker?

  1. Click on the AdBlock Plus icon on the top right corner of your browser
  2. Click on "Enabled on this site" from the AdBlock Plus option
  3. Refresh the page and start browsing the site

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi