Enneagramma, tipo caratteriale 2: l’altruista

Continuiamo la serie degli enneatipi. Se non vi siete riconosciuti nel tipo 1: il Giudice, allora proseguite la ricerca approfondendo il tipo due e così via fino a intercettare il vostro enneatipo.
Le persone che appartengono a questo enneatipo, nelle relazioni sociali, sono mosse da sentimenti ed emozioni. Brave nel creare legami e ad entrare in risonanza con i bisogni e il sentire degli altri.
Comunemente riescono bene a supportare e a valorizzare il potenziale altrui. Di contro, fanno fatica a guardare dentro se stessi e a vedere chiaramente i loro bisogni. Sempre alla ricerca di essere accettati o graditi dalle altre persone e perciò si adattano per guadagnarne l’approvazione. I caratteri due sono spugne emotive e devono stare molto attenti a ciò che assorbono da chi li circonda. Difficilmente si arrabbiano, perché fanno fatica a mettere dei sani paletti per salvaguardarsi da invasioni di campo, quindi a tutelarsi di fronte a situazioni non molto vantaggiose per loro.

  • Pregi: attenti, popolari, comunicatori.
  • Difetti: ingenui, dipendenti.
  • Stile di eloquio: essere gentili e comprensivi, danno consigli, a volte sono militanti per giuste cause.
  • Emozioni distorte: orgoglio di essere speciali, importanti o indispensabili nella relazione.
  • Scarsa autostima quando l’approvazione degli altri non è immediata.
  • Emozioni adeguate: umiltà, di chi è in grado di riconoscere e trattenere l’esperienza del proprio valore senza autocelebrarsi.

Sfida richiesta: ritrovarsi in relazione, bilanciando dipendenza e autonomia. Per creare un buon rapporto con loro bisogna farsi avanti per stabilire un contatto; bisogna dare approvazione e apprezzarli il più possibile.

Come relazionarsi con gli enneatipo 2:

Da evitare: ferire i loro sentimenti con atteggiamenti troppo critici o non prendendoli sul serio.
Per gestire i conflitti: chiedere loro di assumersi la responsabilità di ottenere ciò che vogliono piuttosto che incolpare indirettamente gli altri o evocare le colpe. Respingere le esplosioni di rabbia facendo emergere la loro insoddisfazione o il risentimento.
Sostenere la loro crescita: aiutateli a prestare attenzione ai loro bisogni e sentimenti e a stabilire i confini con le altre persone; va bene anche incoraggiarli a prendersi del tempo per se stessi. Ottima cosa ricordare loro di respirare nella loro pancia e di sentire i loro piedi ancorati a terra.

Lavori adeguati per il tipo due

Tutte le professioni che richiedono la relazione con gli altri come punto cardine ad esempio:

  • infermieri,
  • rieceptionist,
  • commesse,
  • hostess,
  • tutti i mestieri che richiedono “ aiuto al prossimo”.
  • “vice” di ruoli primari, in quanto dediti alla soddisfazione delle aspettative altrui.

Se non vi siete ritrovati completamente in questa tipologia provate a cercarla nelle prossime 7.

Fabio Piccinin,
Responsabile area Crescita personale MAP,
23/09/2018

Condividi!

Du291sme

Giovanna Barbaro Architetta - Università di Venezia

Lascia una recensione

avatar

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami