MAP

“Aperitivo Inclusivo” con MAP a Torino da Bel Andi

Venerdì 26 ottobre la nostra associazione MAP ha celebrato il suo primo “Aperitivo inclusivo” a Torino, organizzato dal suo referente regionale per il Piemonte, l’architetto Antonio P. Salvatore.
Il ristorante Bel Andi, a pochi metri dalla stazione ferroviaria di Porta Nuova, ha ospitato l’incontro informale tra i vari portatori d’interesse invitati, sia locali tra cui i tecnici del Comune di Torino e sia di altre regioni. Il primo tavolo di lavoro di MAP in Piemonte sull’inclusione sociale dei disabili ai sensi della Convenzione ONU 2016, riferimento normativo fondante il Protocollo di certificazione MAP di luoghi ed eventi a destinazione pubblica, si è articolato dalle 15 alle 18, in una saletta riservata, con la partecipazione di 14 invitati da varie città d’Italia per condividere esperienze e proporre iniziative originali per collaborare con la nostra Accademia dell’Innovazione Sociale.

L’occasione per MAP è stata propizia per segnalare, innanzitutto, le difficoltà incontrate anche a Torino, come in Friuli V.G., nel trovare un locale adatto ad ospitare il nostro evento e per rappresentare, in modo virtuoso, i valori espressi nel proprio protocollo di valutazione.
In poche parole ricordiamo sempre: un locale per essere accessibile non basta che abbia un bagno per disabili e che inoltre sia esteticamente curato e offra un menú invitante e delizioso. Oggi, la clientela pretende molto di piú, in tutti i settori. La differenza, in termini di competitività tra diverse attività economiche od offerte, la gioca anche la qualitá della gestione, la quale spesso ha poco a vedere con la figura del proprietario dell’immobile.
Attualmente la gestione del BelAndi è curata con molta attenzione ed empatia da due signori d’Imperia, che recentemente hanno  ristrutturato e per il nostro evento anche organizzato in modo impeccabile il locale per renderlo fruibile anche ad un importante ospite arrivato sulla sua sedie a rotelle: Cristian Tarasco, architetto dell’Ufficio “Edilizia Abitativa Pubblica-Nuove Opere” del Comune di Torino e da anni grande appassionato di vela, nonché atleta paralimpico.
Naturalmente, come la gran parte dei locali cittadini, aperti al pubblico e situati in edifici storici vincolati dalla Soprintendenza, anche il BelAldi ha la soglia d’accesso principale posta a circa 10 cm dal livello del marciapiede. Attualmente i disabili forzuti, come ci ha dimostrato l’architetto Tarrasco possono entrare dal retro superando solamente un percorso lastricato in ciottolati di fiume di grossa granulometria e non rasato a filo e infine il montante del serramento di circa 3 cm. I gestori hanno dimostrato attenzione verso la possibilità di risolvere nel breve/medio periodo tali lacune, le quali comunque non hanno impedito di ottenere la licenza all’esercizio di ristorazione.
Dopo un giro di autopresentazione di tutti i 14 invitati, provenienti anche da fuori Piemonte come dall’Emilia Romagna e Lombardia, abbiamo chiesto all’architetto venuto in rappresentanza dell’Ufficio del Comune di fare il punto della situazione -a livello comunale e regionale- in merito al recepimento della L.41 del 1986 e successive m. e i. riguardo l’adozione dei PEBA.
In sintesi, sono emersi aspetti molto interessanti su cui lavorare sinergicamente per proseguire la mappatura di Torino con la nostra associazione, attraverso il nostro referente Regionale MAP, prossimo a completare il Corso per segnalatori MAP con un’esperienza pratica di certificazione di un locale a destinazione pubblica, e sia con altre realtà impegnate nella certificazione di qualità del settore residenziale, come Condominio a Sette Stelle e Qualità in condominio, rappresentati dai nostri associati MAP: il presidente Giancarlo Savi e Gianfranco De Francisci  prossimo a completare il Corso per segnalatori MAP, entrambi venuti appositamente da Milano assieme ad altri invitati come Annalisa Sechi di Health Italia.
Molti progettisti tra i presenti residenti a Torino, segnale che c’è interesse verso la cura non solo degli aspetti estetici e di comfort ambientale, ma anche l’attenzione per favorire l’inclusione sociale, come l’architetto J. Aldo Chiaranda, diventato associato MAP a conclusione dell’evento.
Tra gli ospiti che hanno partecipato attivamente menzioniamo l’architetto Letizia Riccovolti, da anni membro del gruppo ANAB (Associazione Nazionale Architettura Bioecologica) dell’Emilia Romagna e progettista attenta al tema dell’accessibilità, tesseratasi in questa occasione e candidata a referente MAP per la regione Emilia Romagna.

Infine, ma non meno importante, è stata la presentazione di Claudia Bosio, diplomata OSS (Operatrice Socio Sanitaria) volontaria della Croce Rossa Italiana e lanciatrice del progetto rivoluzionario “Riprendiamoci tutto” e impegnata attualmente a concretizzare il “Manifesto dei Valori” per un nuovo modo di vivere in modo armonioso e ecologico, basato sull’indicatore FIL (Felicità Interna Lorda) che sarà applicato al villaggio “Contea degli Angeli”, situato tra le colline toscane e attualmente in fase di negoziazione mediante un’asta di una tenta agricola locale.
La presentazione della Bosio, come le precedenti, ha attivato possibili sinergie collaborative sia con MAP -per la certificazione di spazi accessibili e inclusivi ai sensi della Convenzione ONU e dell’Universal Design e sia con Condominio a Sette Stelle -per l’applicazione del protocollo di valutazione energetica, ambientale e sociale degli edifici ad elevata densità abitativa- illustrato dettagliatamente dall’ideatore dott. Savi, dopo aver maturato una lunga esperienza alla direzione di strutture alberghiere, con il supporto di una serie di schede tecniche elaborate dal Politecnico di Milano. Chi fosse interessato a ricevere le slide può farne richiesta compilando il formulario della sezione “Contatti”.

In conclusione, l’evento è stato utile per fare networking tra i vari partecipanti grazie anche ad un’atmosfera famigliare attorno ad un tavolo conviviale imbandito di deliziose specialità liguri, che per la gioia dei cuochi sono rimaste delle bricioline, solo per creanza.

Giovanna Barbaro
Dir. del CTS Protocollo MAP,
30/10/2018

 

 

Condividi!

Lascia una recensione

avatar

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami
How to whitelist website on AdBlocker?

How to whitelist website on AdBlocker?

  1. Click on the AdBlock Plus icon on the top right corner of your browser
  2. Click on "Enabled on this site" from the AdBlock Plus option
  3. Refresh the page and start browsing the site

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi