Respirare correttamente per vivere meglio

Esistono strumenti facili da usare per poter stare meglio, il respiro è uno di questi. Tutti respiriamo in modo istintivo e non facciamo caso alla qualità del nostro inalare, eppure questa azione è la più importante della nostra vita. Il ritmo e la profondità della nostra respirazione, condizionano ogni nostra cellula e la funzionalità dei nostri organi vitali.
Respirare non è solo inspirare l’aria nei polmoni ed espellerla, ma è la forma di nutrimento primaria del nostro corpo. La qualità e la quantità di ossigeno che introduciamo, alimenta tutti i processi vitali, influenzando ogni attività dell’intero organismo.
Usando in modi differenti la respirazione possiamo migliorare la percezione del nostro corpo, allentare delle tensioni e ossigenare ogni organo, così da sentirci più attivi e svegli, o rilassati e rigenerati.

Consiglio di sperimentare un esercizio molto semplice: innanzitutto, trovate, un momento della giornata -in cui nessuno vi disturbi durante al massimo un’ora- la posizione più comoda possibile per voi, distesi o seduti, in maniera che il corpo si possa abbandonare. Nei mesi freddi servirà coprirsi adeguatamente.
Poi posizionate una mano sul petto e una sulla pancia, per seguire il movimento di espansione e svuotamento. Chiudete gli occhi, per poter percepire il ritmo del proprio respiro. Inspirate profondamente ed espirate per qualche minuto e poi continuate normalmente, portando l’attenzione all’aria che entra dalle narici o dalla bocca, alla freschezza che ci penetra, a quale parte del corpo si alza sotto le mani e poi seguite il percorso dell’aria che esce e la sua temperatura.

Proseguendo con questo semplice esercizio per mezz’ora, potrete notare dei cambiamenti: nel ritmo del respiro, nella quantità di aria inalata, nel volume di espansione del torace o della pancia. Osservate se varia anche lo stato di abbandono del vostro corpo e la percezione della sua temperatura. Provate a concentrarvi sul vostro stato d’animo, potrebbe essere cambiato rispetto all’inizio dell’esercizio; ora portate l’attenzione alla sensazione nella zona della testa. Come stanno le vostre spalle? Rimanete ancora per qualche minuto osservando le sensazioni percepite con il vostro corpo. Poi con calma potete nuovamente muovere il corpo e alla fine aprire gli occhi.
Forse è trascorsa mezz’ora o un’ora, in questo breve lasso di tempo sono successe tante cose e, a differenza del solito, vi siete occupati solo di voi stessi.

Questa semplice tecnica, se ripetuta ogni giorno, può fare miracoli. Seguita prima di dormire vi può aiutare a migliorare anche la qualità del sonno, prima o dopo i pasti agevola la digestione, prima di lavorare migliora la concentrazione, in caso di tensioni aiuta il rilassamento, può servire per attenuare i dolori fisici, ecc.
Invito tutti a provare e a raccontare i benefici della vostra esperienza.

Katia Casasola,
Presidente MAP
19/11/2018

Condividi!

Du291sme

Giovanna Barbaro Architetta - Università di Venezia

Lascia una recensione

avatar

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami