Udine, 15 aprile: “Accessibilità e qualità urbana” (CRIBA – CRAD)

La nostra associazione MAP, impegnata nella promozione dell’inclusione sociale dei disabili e nella mappatura di edifici, spazi ed eventi a destinazione pubblica, ha il piacere di segnalare un importante evento informativo che si celebrerà il prossimo 15 aprile nell’Auditorium Antonio Comelli di Udine in via Sabbatini 13.

La nostra associazione MAP attendeva l’evento a marzo scorso, per conoscere l’auspicato progetto pubblico di mappatura (coordinato dal CRIBA), così come anticipato all’ultima assemblea generale della Consulta dei disabili, tenutasi lo scorso 22 novembre a Trieste. In pratica dal 2017 la nostra associazione ha già iniziato a raccogliere su supporto informatico dati qualitativi sull’accessibilità, fruibilità e gestione inclusiva di edifici, spazi ed eventi, non solo nella regione Friuli V.G. ma in tutt’Italia, grazie all’appoggio di una propria rete di referenti regionali e al sostegno dei propri associati di cui il 25% sono disabili.

Riportiamo il testo originale della locandina invito all’evento organizzato dal CRIBA della Consulta Regionale dei Disabili e loro Famiglie del Friuli V.G. in collaborazione di: INU, delle Università degli Studi di Udine e di Trieste (Dipartimento di Ingegneria e Architettura) ANCI FVG, Feder Sanità, Ordine degli Archh. della Provincia di Udine, Collegio dei Geometri e dei Periti industriali di Udine.

Accessibilità e qualità urbana, dalla mappatura   dell’esistente alla pianificazione degli interventi.

La Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, con l’approvazione della L.R. n. 10/2018 “Principi generali e disposizioni attuative in materia di accessibilità”, si è dotata di una norma di riferimento sull’accessibilità e si è impegnata ad avviare un progetto di mappatura generale dell’accessibilità.
Questo progetto si pone come “aggiornamento” dei PEBA (Piani per l’eliminazione delle barriere architettoniche) e dei PAU (Piani di accessibilità urbana), la cui predisposizione da parte delle Amministrazioni Pubbliche è obbligatoria ai sensi di norme nazionali (L. 41/1986 e L. 104/1992), che sono state ampiamente disattese.
L’obiettivo del convegno è illustrare l’importanza dell’accessibilità, quale elemento significativo per l’innalzamento della qualità urbana e sollecitare gli Enti pubblici a programmare gli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche, integrandoli con gli altri strumenti di pianificazione in essere.
Dopo aver inquadrato l’evoluzione normativa e culturale che conferisce sempre maggiore centralità alla persona e ai suoi bisogni, tradotti in diritti esigibili dalla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità (L. 18/2009) e alle norme alla stessa correlate, si illustreranno le modalità operative e gli strumenti di carattere tecnico/informatico che possono essere utili nell’esecuzione di una mappatura dell’accessibilità del territorio, prendendo spunto da alcuni casi studio.

Modererà il convegno la presidente del CRIBA: arch. prof. Christina Conti

Relatori invitati dalle 8.30 alle 12.45 in ordine cronologico:

  • CRIBA (arch. P. Pascoli e dott. M. Franz)
  • Dir. Servizio Edilizia FVG (S. Pitacco)
  • Dir. Dipartimento Ing. e Arch. Università di Trieste (I. Grarofolo)
  • INU (I. Rossi)
  • CERPA regione Veneto (S. Maurizio)
  • CERPA Verona (L. Fantini)
  • Comune di Verona (S. Girlanda)
  • SOC Area Welfare AAS n. 2 (C. Zanin)
  • Comune di Grado (E. Mattiuzzi)

Per scaricare il programma compilare il seguente formulario:

E' possibile allegare documenti, la dimensione massima consentita è 1 MB

* indica campo obbligatorio

Acceptable file types: doc,docx,pdf,txt,gif,jpg,jpeg,png.
Maximum file size: 1mb.

Powered by Fast Secure Contact Form

Per iscrizioni: www.regione.fvg.it
Per informazioni: segreteria@consultadisabili.fvg.it

 

 

Commenta nelle tue reti sociali!
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.