Raccolta “porta a porta” a Udine: si o no? La lettera aperta di MAP al Comune

Con l’invio della lettera indirizzata all’assessore Olivotto, propugnatore della raccolta “Porta a porta” nel Comune di Udine, MAP si è fatta portavoce delle istanze dei propri associati.
La lettera aperta firmata dal Direttivo della ns. associazione MAP esprime le perplessità raccolte tra i propri associati in merito al progetto della giunta di modificare il metodo di raccolta differenziata dei rifiuti passando dalle isole ecologiche caratterizzate da cassonetti divisi per tipo di materiale (umido, imballaggi e non riciclabile) al sistema puntuale mediante il prelievo secondo un calendario prestabilito in base al tipo di rifiuti. Queste osservazioni vogliono evidenziare le svariate difficoltà che possono sorgere per molti cittadini con esigenze speciali come i disabili.

La pubblicazione della lettera ha lo scopo di invitare tutti i lettori a dare il proprio parere o la propria esperienza diretta per migliorare la gestione della raccolta differenziata dei rifiuti senza favorire alcuni cittadini sfavorendone altri ma consentendo a tutti di poter scegliere il sistema ottimale in base ai propri limiti fisici.

 

 


Chi volesse rimanere aggiornato sulla tematica in oggetto può iscriversi alla newsletter o nella pagina Facebook Mobility Access Pass (MAP)

Condividi con i tuoi contatti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.