CRONOPROGRAMMA DELL’USCITA DALL’EMERGENZA

Lo scorso 17 marzo il Consiglio dei ministri ha approvato il DL n°67 con il cronoprogramma per il superamento dello stato di emergenza sanitaria a partire dal 31 marzo 2022.

  • Dal 1° aprile entra in vigore lo stop all’obbligo di esibire il super green pass sper accedere ai luoghi di lavoro (obbligo valido solo per gli over 50) e per usufruire dei mezzi di trasporto pubblico. Allo stesso tempo decade l’obbligo della quarantena dopo il contatto con un positivo e la capienza degli stadi e impianti sportivi all’aperto e al chiuso torna al 100%.
  • Dal 1° maggio, termina l’obbligo di esibire il green pass e di tenere le mascherine al chiuso. Infine, l’obbligo vaccinale viene esteso fino al 31 dicembre 2022 solo per il personale sanitario e delle Rsa. Entro la stessa data rimane in vigore il green pass per visitatori in RSA, hospice e reparti di degenza degli ospedali.
  • Dal 31 marzo, il Comitato tecnico scientifico e la struttura del commissario straordinario verranno sciolti.
    Al loro posto dovrebbe essere creata un’unità operativa per accompagnare il periodo transitorio e completare la campagna vaccinale. Allo stesso tempo, cessano anche i poteri emergenziali del Capo della Protezione civile e l’attribuzione allo stesso di poteri per gestire il rientro alla normalità. Addio anche al sistema dei colori e alle ordinanze del venerdì.

QUALI MISURE ANTI COVID AI MATRIMONI?

Per lo svolgimento dei ricevimenti nuziali sarà necessario rispettare le seguenti misure generali:

  • Predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione da rispettare durante l’evento.
  • Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura >37,5 °C
  • Mantenere l’elenco dei partecipanti per un periodo di 14 giorni.
  • I partecipanti dovranno indossare la mascherina a protezione delle vie respiratorie nei luoghi chiusi in ogni occasione in cui non sono seduti al tavolo.
  • Utenti e lavoratori devono correttamente indossare la mascherina a protezione delle vie aeree, negli spazi all’aperto e al chiuso. Gli utenti potranno invece rimuoverla per consumare pasti durante il banchetto.
  • Nei guardaroba, gli indumenti e oggetti personali devono essere riposti in appositi sacchetti porta abiti
  • Laddove possibile, privilegiare l’utilizzo degli spazi esterni (es. giardini, terrazze), sempre nel rispetto del distanziamento di almeno 1 metro.
  • È obbligatorio mantenere aperte, a meno che le condizioni meteorologiche o altre situazioni di necessità non lo consentano, porte, finestre e vetrate al fine di favorire il ricambio d’aria naturale negli ambienti interni.

Consigli e chiarimenti

  • Quanti ospiti possono partecipare all’evento?
    Non esiste un limite massimo di invitati. Il numero di presenze contemporanee è definito in base alle dimensioni e alla capienza massima del luogo, ai ricambi d’aria ed alla possibilità di creare aggregazioni in tutto il percorso di entrata, presenza e uscita.
  • Quali sono le regole per l’accesso all’evento?
    Riorganizzare gli spazi, per garantire l’accesso alla sede dell’evento in modo ordinato, al fine di evitare assembramenti di persone e di assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli utenti. Se possibile organizzare percorsi separati per l’entrata e l’uscita.
  • Come deve essere la disposizione dei tavoli?
    Disporre i tavoli in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli ospiti di tavoli diversi negli ambienti al chiuso (estendibile ad almeno 2 metri in base allo scenario epidemiologico di rischio) e di almeno 1 metro di separazione negli ambienti all’aperto (giardini, terrazze, plateatici, dehors), ad eccezione delle persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggetti al distanziamento interpersonale. Questo ultimo aspetto afferisce alla responsabilità individuale. Tali distanze possono essere ridotte solo con barriere fisiche di separazione.
  • È possibile prevedere una modalità a buffet?
    Sì, mediante somministrazione da parte di personale incaricato, escludendo la possibilità per gli ospiti di toccare quanto esposto e prevedendo in ogni caso, per ospiti e personale, l’obbligo del mantenimento della distanza e l’obbligo dell’utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie.
  • È possibile prevedere una modalità self-service?
    La modalità self-service può essere eventualmente consentita per buffet realizzati esclusivamente con prodotti confezionati in monodose. In particolare, la distribuzione degli alimenti dovrà avvenire con modalità organizzative che evitino la formazione di assembramenti anche attraverso una riorganizzazione degli spazi in relazione alla dimensione dei locali; dovranno essere altresì valutate idonee misure (es. segnaletica a terra, barriere, ecc.) per garantire il distanziamento interpersonale di almeno un metro durante la fila per l’accesso al buffet.
  • È consentita la musica dal vivo?
    Per eventuali esibizioni musicali da parte di professionisti, si rimanda alle indicazioni contenute nella scheda specifica. In ogni caso devono essere evitate attività e occasioni di aggregazione che non consentano il mantenimento della distanza interpersonale di almeno 1 metro.
  • Dovrà essere presente un Covid Manager?
    Nell’ultima ordinanza non viene menzionata nessuna indicazione sulla presenza della figura del Covid manager della quale si è parlato nelle scorse settimane.
  • Il Green Pass è obbligatorio?
    Il Ministero della Salute e Conferenza delle Regioni ne hanno comunicato l’obbligo anche per la zona bianca.
    Con l’entrata in vigore del Green Pass dell’Unione Europea a partire dal 1° luglio tutte le norme di ogni Paese sono state uniformate a quelle dell’Ue, salvo eccezioni come quelle del Green Pass rafforzato a partire dal 6 dicembre in Italia. Per l’Europa, i bambini con più di 6 anni dovranno sottoporsi al tampone per ottenere la Certificazione verde, mentre i bambini di età inferiore ai 6 anni sono esentati dai test e dal Green Pass.

RIFERIMENTI NORMATIVI

Per approfondimeti si rimanda all’apposita sezione sul Covid all’interno del sito web del Governo dello stato d’emergenza sanitaria. (link)

COME ORGANIZZARE EVENTI INCLUSIVI?

Se hai necessità di organizzare un evento con la partecipazione di persone con disabilità richiedici una consulenza compilando il seguente formulario, almeno un mese prima della data stabilita.

Fai clic o trascina i file su quest'area per caricarli.Puoi caricare fino a 5 file.
=