OMAGGIO AL ” PADRE DELL’ACCESSIBILITA’ “

E’ trascorso un anno abbondante dalla scomparsa (Roma 30/01/2020) dell’architetto Fabrizio Vescovo e ancora nessun evento significativo è stato organizzato per ricordarlo come “il Padre della normativa sull’accessibilità”, così è stato definito dall’illustre CERPA. La nostra associazione MAP -impegnata in diffondere i principi dell’Universal Design sin dalla sua fondazione nel 2017- desidera contribuire a rendergli merito e a mantenere vivo il suo ricordo come esempio virtuoso per le generazioni future.
Riportiamo una tra le sue affermazioni più illuminanti e ispiratrici del nostro Protocollo di certificazione dell’accessibilità e fruibilità dei luoghi a destinazione pubblica (MAP PASS):

“[…] Occorre che l’accessibilità venga considerata non in maniera statica e ferma nel tempo, ma, al contrario, come una sorta di affascinante work in progress che, con l’aiuto della fantasia e della flessibilità, si adegui continuamente alle nuove esigenze individuate, anche utilizzando al meglio il rapido evolversi delle tecnologie”. (fonte:https://www.progettarepertutti.org/)

FABRIZIO VESCOVO

Iniziò il suo percorso accademico a Roma dove si laureò all’Università di Architettura nel 1965 e dove, dal 1966 al 1978, insegnò.  Parallelamente all’attività di doncente iniziò a lavorare come architetto-urbanista alla Direzione Generale Urbanistica ed il Consiglio Superiore del Ministero dei LL.PP. Successivamente divenne anche membro della Commissione Interministeriale al Min. LL.PP e Min. Affari Sociali.
Nel 1972 inizia una brillante carriera professionale ricoprendo ruoli di elevato prestigio e responsabilità come la Direzione dell’Assessorato di Urbanistica e Assetto del Territorio della Regione Lazio, la vicepresidenza dell’INAU – Istituto Nazionale per L’Accessibilità Urbana (1989), la Dirigenza del Corso Post Lauream Progettare per tutti senza barriere presso l’Università La Sapienza di Roma (2000 al 2011).
Nel 2007-2008 ha coordinato per il Mi.BAC il Gruppo di lavoro incaricato della redazione delle “Linee Guida per il superamento delle barriere architettoniche nei luoghi di interesse culturale” adottate con D.M. 28 marzo 2008. Dal 2015 fa parte dell’Osservatorio per l’Accessibilità dell’Ordine degli Architetti di Roma e Provincia; dal 2015 è Coordinatore del Gruppo di lavoro del Mibact per la revisione delle “Linee Guida per il superamento delle barriere architettoniche nei luoghi di interesse culturale”, approvate con DM del 28/03/2008.
Numerosi enti pubblici, tra cui il Ministero dei LL.PP e la Regione Lazio, si sono avvalsi della sua consulenza per la soluzione dei problemi di circolazione e traffico nonché di accessibilità urbana ed eliminazione delle barriere architettoniche nella pianificazione urbanistica e la progettazione dell’arredo urbano e dei sistemi di trasporto per le persone con ridotte capacità motorie. E’ consulente di numerosi Enti privati, tra cui il Consiglio Nazionale Architetti (CNA), l’Ordine degli Architetti di Roma, Provincia per la progettazione accessibile e l’adeguamento di immobili esistenti, le sistemazioni di arredo urbano, i sistemi di trasporto ed il comfort ambientale.

PROGETTARE PER TUTTI

La nostra associazione MAP considera l’architetto Vescovo un importante protagonista del dibattito sulle problematiche delle persone con disabilità, vivendo egli stesso su una carrozzina e per la sua pregevole intensa attività di comunicazione, come redattore del portale ProgettareperTutti.org e per la sua cospicua partecipazione in conferenze, corsi, seminari, convegni, trasmissioni radio/TV, interviste, incentrati sui temi dell’accessibilità urbana, del comfort ambientale e del superamento delle barriere architettoniche.

LA CASA AGEVOLE

Il Progetto “Casa Agevole”, istituito e finanziato dalla Regione Lazio con DGR 1212/2002, nasce dall’importante impegno degli assessorati Politiche per la Famiglia e Servizi Sociali e Urbanistica e Casa, e dalla proficua sinergia tra questi e la Fondazione Santa Lucia. Grazie a quest’ultima è stato realizzato il modello in dimensioni reali dell’unità abitativa all’interno di una propria struttura in Roma via Ardeatina n.306 inaugurata nell’aprile del 2004.


Intervista all’architetto Fabrizio Vescovo a cura del Consiglio Nazionale degli Architetti ”

Si tratta di una unità abitativa sperimentale di 60 mq ideata e brevettata dall’Arch. Fabrizio Vescovo. Lo schema organizzativo e distributivo è stato immaginato tenendo conto dei criteri dell’Universal Design.  Ogni dettaglio è stato studiato per facilitare l’utilizzazione semplice e sicura da parte di una “utenza ampliata”, cioè dal maggior numero possibile di persone, tenendo quindi conto delle diverse esigenze delle “persone reali”, anche molto diversificate tra di loro (giovani coppie, bambini piccoli, anziani, persone con disabilità, ecc.).

La casa agevole

SOLUZIONI ALTERNATIVE

accessibilità autobus

A titolo informativo con utilità di vademecum, non dunque esaustivo, riportiamo un elenco di link dei principali contributi dell’architetto Vescovo alla progettazione accessibile con soluzioni alternative tratte dal menzionato portale Progettare per tutti:

Infine, desideriamo chiudere l’omaggio al nostro architetto con le sue stesse parole, per noi  un vero e proprio indirizzo alla nostra missione, profuse in occasione del suo intervento alla VII Commissione Cultura, Scienza e Istruzione, tenutasi il 2 ottobre del 2012 presieduta da Manuela Ghizzoni:

Avrei ancora un suggerimento. Rileggendo la relazione mi sono accorto che al primo capoverso si parla – non capisco perché – del fatto che in Italia più recenti dati stimano la presenza di 2 milioni 800.000 persone con disabilità: non si capisce da dove venga fuori questo numero, se non da una valutazione parzialissima.
Innanzitutto, la definizione di persone con disabilità ha un’accezione talmente ampia che i soggetti con disabilità sono molti di più.

BIBLIOGRAFIA CONSIGLIATA

Ricordiamo come ultima, ma non meno importante, la sua preziosa attività di autore di numerosi volumi e pubblicazioni (circa 600 contributi) nell’ambito dellA Progettazione per tutti. Invitiamo ad approfondire il suo contributo mediante la lettura dei seguenti libri:

  • Progettare per tutti senza barriere architettoniche, Arch. Fabrizio Vescovo, Maggioli Editore, Rimini, 1997.
  • Universal Design: un nuovo modo di pensare il sistema ambientale per l’uomo, Fabrizio Vescovo, su Paesaggio Urbano, Maggioli Editore, 1/2000.

  • Fabrizio Vescovo, su Paesaggio Urbano, Maggioli Editore, 1/2003

  • Linee guida per il superamento delle barriere architettoniche nei luoghi di interesse culturale, A cura di: Maria Agostiano, Lucia Baracco, Giovanni Caprara, Andrea Pane, Elisabetta Virdia. Testi di: Roberto Cecchi, Pio Baldi, Fabrizio Vescovo, Lucia Baracco, Andrea Pane, Maria Agostiano, Elisabetta Virdia Editore. Gangemi Editore Pagine: 176, ill. Anno: 2008.